lunedì 28 ottobre 2013

Eccellenza: 1a1 con la Nuova Sorianere e la Vecchia ora pensa al 4-5-1

ECCELLENZA. Il mister del Civitavecchia ha provato un nuovo modulo nell’1-1 contro la Nuova Sorianese. Domenica al Fattori il centravanti Romagnoli inizialmente in panchina con Panunzi e Callini al fianco di Travaglione. Castagnari: «Con il bomber non al meglio abbiamo liberato l’estro e la corsa di Elisei e Iezzi; dobbiamo avere più soluzione tattiche»
 
CALCIO CIVITAVECCHIA IEZZI (FOTO TINO ROMANO)E’ un punto che lascia soddisfatti a metà quello ottenuto domenica mattina allo stadio Fattori, dove si è giocata la settima giornata di Eccellenza girone A. Civitavecchia e Nuova Sorianese impattano per 1-1 in virtù delle reti di Elisei al 9’ del primo tempo e al pari di Maestà su rigore al 22’.
Alla vigilia il pari probabilmente sarebbe anche stato ben accolto ma per quanto visto nei 90’ la Nuova Sorianese non è sembrata essere la formazione temibile di cui tanto si parlava.

Mister Castagnari ha optato per un 4-5-1 con la novità rappresentata da un centrocampo esperto con Panunzi e Callini al fianco di Travaglione e Romagnoli, non al meglio fisicamente, in panchina con Giuffrida unica punta. Nella formazione ospite spicca la presenza di un ex delle passate stagioni come Leonardo Mencio, ben accolto e a fine partita salutato affettuosamente dal pubblico di Civitavecchia.
Inizia bene il Civitavecchia che trova anche il vantaggio al 9’ con un bel passaggio in profondità di Giuffrida che lancia sulla corsa Elisei, bravo poi a superare il portiere ospite con un preciso diagonale di destro. Il vantaggio dura però poco perchè al 22’ un’ingenua trattenuta di Parla costa ai nerazzurri un rigore, molto discusso sugli spalti, apparso comunque generoso e trasformato con freddezza da Maestà: 1-1.
Il tecnico dei nerazzurri commenta così a Provincia Tv, nel corso della trasmissione 91° minuto l’andamento della partita: «Per come la vedo io i match in casa vanno sempre vinti e quindi non posso essere pienamente soddisfatti del pareggio: dall’altro lato, essere qua a recriminare per un pari ottenuto contro una formazione allestita con un budget come quello della Nuova Sorianese è un segnale positivo che questa squadra può dare tanto».
Al Fattori i nerazzurri hanno collezionato due vittorie e due pari, mentre lontano dal proprio stadio in tre partite è arrivato un solo punto: «Devo però sottolineare che in tutte queste gare  abbiamo subito un solo gol su azione, a Montefiascone. Gli altri sono arrivati o da calci piazzati o da discutibili rigori, come quello di domenica. Dobbiamo comunque migliorare nella fase offensiva, anche se con il passaggio al 4-5-1 Iezzi ed Elisei erano più liberi di svariare sulle fasce e quindi di rendersi pericolosi». Per il centravanti Romagnoli esclusa comunque una bocciatura: «Il nostro numero 9 ha un fisico possente e sono due partite che purtroppo è costretto a combattere con un guaio muscolare: quando questo tipo di calciatori non è al 100% fisicamente non riesce a rendere al meglio e d’altronde una squadra che si rispetta deve avere diverse soluzioni tattiche al proprio arco: noi adesso, oltre al solito 4-4-2, potremo schierare anche il 4-5-1».
Il mister poi si sofferma sui giovani: «Credo che gli under siano lo specchio della salute di una squadra e i nostri giovani, come Mariani, Sacripanti ed il portiere Paracucchi solo per citarne alcuni, sono in netta e costante crescita. I ragazzi si impegnano tanto e lavorano sodo, stanno migliorando molto. Questo Civitavecchia ricordiamoci che è partito con una forte penalizzazione: l’obiettivo è salvarci a fine campionato e non dopo solo poche giornate». (di Riccardo Valentini - fonte Civonline.it)

0 commenti:

Posta un commento

 

Sito ufficiale

News dalla Città

Ultimi 5 commenti

Meteo