venerdì 2 maggio 2014

Play out: forza ragazzi gli ultimi 80 minuti da giocare con cuore, grinta e determinazione

Allievi di Elite
Vedi passare tutta una stagione, in cosi poco tempo.Trenta partite di campionato, andata e ritorno, cosa poteva essere e cosa invece non è statoQuello che in fin dei conti, non ha funzionato rispetto alle altre, anche se a dir la verità, non è questo il momentoNon è questo il tempoPerchè bastano ottanta minuti più recupero per raddrizzare tutto, veder svanire ansie e tensioni e al fischio finale liberare la propria gioia per una salvezza, presa all'ultimo istante. Nella gara più difficile e nervosa della stagione.

Perchè sono esattamente queste, le sensazioni che si provano giocando un Play-Out, l'altra faccia della medaglia dopo il 1° Turno dei Play-Off a cui abbiamo assistito ieri. Perchè quando ti giochi un posto nelleSemifinali e domenica per la Finale e perdi, rimane tolta la ovvia delusione, la consapevolezza di aver comunque disputato una grande annata, l'essere comunque tra le migliori sei. Ma quando ti giochi la salvezza in un singolo incontro, le sensazioni sono completamente le opposte.
E allora? Allora andiamo a fare un viaggio dentro le otto squadre, che domenica mattina si giocheranno tutto. Dal Girone A, con Civitavecchia - Vis Aurelia e Lupa Roma - Ottavia, al Girone B con Anziolavinio - Almas Roma e San Donato Pontino - Giardinetti. Perchè il tempo dei rimandi sta per scadere e come le lancette dell'orologio, sta arrivando il tempo, del giudizio.
CIVITAVECCHIA - VIS AURELIA
Si affrontano quint'ultima contro penultima. La prima arrivata a pari punti con il Monterotondo, ma al Play-Out per via degli scontri diretti. Ha il vantaggio di giocare la sfida decisiva in casa e non è cosa di poco conto, visto il miglior score fatto registrare tra le mura amiche. Per i nerazzurri di Valle, due risultati su tre, ma l'avversario non è affatto da sottovalutare, all'inferno fino a poco tempo fà, ha aggredito quest'ultima possibilità con le unghie. Prendendosi questi ottanta minuti, alla fine con pieno merito.
Come detto, completamente diverso è il discorso per la Vis Aurelia, dopo aver vinto il duello con il Fregene con il punto decisivo conquistato contro la Fortitudo Calcio Roma. La compagine di Della Pelle, arriva a quest'appuntamento avendosi preso questa gara con le proprie mani. Pronta a giocarsi il tutto per tutto, con molto meno da perdere. Vediamo allora, le parole del tecnico degli ospiti. "Ce li siamo è vero guadagnati, soffrendo fino all'ultimo nei due scontri diretti con il Fregene avevamo fatto due sconfitte. Adesso abbiamo questa possibilità, tenendo però presente che hanno loro due risultati su tre. Andiamo li, come ho detto ai miei con tranquillità, non abbiamo niente da perdere. Due mesi fà eravamo retrocessi...quindi". Nelle due gare di campionato, in casa del Civitavecchia lo scorso 24 Novembre, usci un 2-1 per i nerazzurri, di contro c'è l'1-0 sul terreno del Vis Aurelia.
di Fabrizio Consalvi (fonte www.fuoriareaweb.it)

0 commenti:

Posta un commento

 

Sito ufficiale

News dalla Città

Ultimi 5 commenti

Meteo