lunedì 8 settembre 2014

Vecchia, l’esordio è quello giusto


 I nerazzurri espugnano 2-0 la tana del Fregene nella prima di campionato. Ianzi e Brunetti in apertura di ripresa decidono le sorti del match. Traversa nel finale per Ruggiero. Il ds Smacchia: «Interpretato bene la gara». Il difensore Roccisano: «Ottimo il nostro mordente nel 2° tempo» 

 di Riccardo Valentini.

 Non poteva iniziare in maniera migliore il campionato di Eccellenza 2014/15 per il Civitavecchia Calcio. Domenica mattina a Fregene i nerazzurri di mister Insogna hanno sconfitto i padroni di casa, guidati dal tecnico civitavecchiese Paolo Caputo, per 2-0, con entrambe le reti siglate a inizio ripresa da palla inattiva, con i difensori Ianzi e Brunetti.
A Fregene si è visto un Civitavecchia cinico, schierato con il 4-3-3 e con una linea di centrocampo interamente under (Giambi, Barluzzi e Sacripanti) che ha saputo soffrire quando era necessario e poi difendere con ordine i colpi messi a segno in apertura di ripresa. La squadra ha retto bene l’impeto dei romani e quando non c’è riuscita ci ha pensato un ottimo Paracucchi a mettere una pezza. E se la traversa colta da Ruggiero fosse stata un gol, staremmo addirittura a commentare un impronosticabile 3-0.



«Il Fregene è un’ottima squadra - afferma il ds Marcello Smacchia - sono sicuro che farà bene nell’arco dell’anno. Noi abbiamo interpretato alla grande il match soprattutto nella ripresa, dove il doppio gancio targato Ianzi-Brunetti, di fatto ha steso i biancorossi. Sapevamo che sarebbe stata una battaglia durissima, per questo sono davvero orgoglioso della prova corale dei ragazzi; ora bisogna rimanere sereni ed umili, siamo una squadra giovane che necessità di calma ed equilibrio»
Due parole anche dal ritrovato difensore Roccisano, subito autore di un’ottima prova con i colleghi di reparto goleador.
«Siamo andati a Fregene per vincere e ci siamo riusciti - commenta soddisfatto il difensore - abbiamo dato il massimo e ne è uscita fuori una grande prova, specie nel secondo tempo quando abbiamo sfoderato un mordente non da poco. Abbiamo sbloccato la gara con due palle inattive, poi loro ci hanno creato qualche problema ma tutta la squadra nella fase difensiva è stata brava, non solo noi difensori. Ora l’importante è non montarsi la testa, già domenica abbiamo un’altra gara difficile contro il Real Monterosi e non possiamo permetterci svarioni mentali. Siamo concentrati per arrivare il prima possibile al nostro obiettivo, la salvezza tranquilla».

fonte Civonline


0 commenti:

Posta un commento

 

Sito ufficiale

News dalla Città

Ultimi 5 commenti

Meteo